Gli Edulcoranti interrompono il digiuno ?

Ecco l’onnipresente domanda che ogni neofita dell’OMAD pensa di chiedere mentre si sta iscrivendo al gruppo Digiuno Intermittente OMAD ITALIA .
Generalmente è seguita da una lunga lista di SIIIII ! da parte dei membri più compassionevoli, che poi si profonderanno pazientemente nelle ennesime spiegazioni e citazioni varie.
In realtà crediamo che la risposta giusta non sia un semplice “si” o un semplice “no”.
Inanzitutto dipende dal motivo per cui ci si accosta al digiuno intermittente o al digiuno puro.
La motivazione è quella di migliorare la propria salute?
Allora non abbiamo dubbi su cosa rispondere. A partire da quelli di noi che hanno studiato i testi dei più antichi digiunatori moderni, ovvero gli Igienisti, la risposta è chiara : NO! , ma in questo caso, nella teoria della pratica igienista non solo non sono ammessi nessun tipo di dolcificante, ma neppure il caffé o il té. Nada de nada, il digiuno “igienistico ” si fa solo con acqua, o addirittura come consiglia Salvatore Simeone, nel suo libro “Il Digiuno Facile“, acqua calda. In particolari occasioni alcuni igienisti ammettono nel digiuno un pò di succo di limone o un cucchiaio di olio di oliva.
Il digiuno comunque è tornato di moda non solo per motivi di salute, ma, come pare sia l’obiettivo della maggior parte di chi si interessa al digiuno, per motivi legati alla perdita di peso e al mantenenimento della forma fisica, di conseguenza, agli Igienisti, si sono aggiunti molti altri ricercatori che hanno apportato nuove teorie e tecniche.
È il caso del medico canadese Jason Fung, grande divulgatore del digiuno, di cui recentemente è stato pubblicato un suo libro in lingua italiana “Il Codice del Dimagrimento” , propugnatore di un adattamento della dieta chetogenica, Fung sconsiglia ogni tipo di dolcificante durante le fasi di digiuno. In generale questa è l’opinione. Si, quindi anche il chewingum senza zucchero secondo Fung e altri interromperebbe il digiuno causando un innalzamento della glicemia e innescando la produzione d’insulina e quindi ciao effetto digiuno brucia grassi.
Effettivamente in buona parte ci allineiamo con quanto scritto sopra, ma abbiamo voluto fare la prova del nove. Abbiamo testato alcuni dolcificanti e, glucometro alla mano, abbiamo misurato gli effetti sui livelli di glicemia nel sangue, dopo la loro assunzione. Almeno due dolcificanti ci risultano al momento completamente ininfluenti ai livelli di glicemia.
Il primo è l’Eritritolo un poliolo composto d a 4 atomi di carbonio. L’Eritritolo si trova in natura in prodotti di origine vegetale, come la frutta, viene estratto industrialmente da prodotti vegetali sottoposti a processi di fermentazione batterica.

Il secondo è il famoso Tic , questo invece sintetizzato chimicamente e con formula brevettata.

Ovviamente queste sono conclusioni e sperimentazioni nostre senza alcuna pretesa di valenza scientifica. Vi invitiamo invece a verificare voi stessi magari dotandovi di un utile glucometro e farci sapere le vostre esperienze.
Riassumendo : gli edulcoranti interrompono il digiuno ?
La maggior parte dei ricercatori risponderebbe si, ma abbiamo osato dissentire almeno per alcuni dopo averli testati.
In ogni caso tutto dipende dagli obiettivi. Non vanno mai bene se l’obiettivo del digiuno è la salute. Possono andare bene alcuni se l’obiettivo è quello di perdere peso.

Una risposta a “Gli Edulcoranti interrompono il digiuno ?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *